it

Il matrimonio invernale di Biancaneve

C’è un luogo dove tutto è possibile. Un luogo incantato al punto che si desidera, in cui la magia può accadere solo perché ci si crede, il Lago Maggiore.

C’è poi una maga che, con la sua bacchetta magica, inizia a creare, allestire, decorare e servire leccornie e prelibatezze a chi sogna e chi chiede il suo aiuto. Il suo nome è Cinzia e questa è la sua nuova storia!

Tutto accadde una notte alle porte dell’inverno, quando Cinzia trasformò Villa Il Geraneo in una location incantata, pronta ad ospitare il matrimonio di una principessa, il suo nome era Biancaneve! 

“Villa Il Geraneo si presta sempre alla perfezione” pensò Cinzia mentre coordinava i lavori con la sua bacchetta magica e tutti i suoi collaboratori chiamavano il suo nome: ” Cinzia, questo dove va? Cinzia, ti piace questo abbinamento? Cinzia, puoi venire un secondo in cucina?”.

Ma lei era abituata, sapeva bene cosa fare e tutto era già chiaro nella sua mente. E’ per questo che ha deciso di mettere la sua esperienza al servizio di chi, come lei, realizza sogni per gli sposi che arrivano da molto lontano. 

Nulla rimase lasciato al caso, gli ospiti di Biancaneve iniziarono ad arrivare e lei seppe accoglierli con la sua bellezza e la sua eleganza, mostrando loro quali meravigliosi servigi fossero stati realizzati in suo onore.

Mele rosse come le sue labbra incoronate da candide decorazioni, fiori di Amarillis in vasi di cristallo, muschio profumato e luci dorate. Bolle di vetro riempite da rose bianche scendevano leggiadre dal soffitto e Biancaneve indossava un abito meraviglioso, candido e delicato all’insegna del gusto della sua fautrice, la stilista Melania Fumiko.

Il cibo servito in tavola dallo Chef Alessandro Redolfi rese l’atmosfera ancora più esclusiva e il gusto delle sue ricette accompagnò la notte di degustazione dedicata alla celebrazione di un momento unico.

Cinzia pensò ad intrattenere i suoi ospiti, spose e sposi pronti ad ammirare la Villa e le sue creazioni immaginando il loro matrimonio traendo ispirazione dalle idee a loro proposte.

Una tavola imperiale venne dedicata alle ospiti d’onore della serata, coloro a cui Cinzia desidera rivolgere la sua attenzione, le migliori operatrici del matrimonio italiane che desiderano portare la loro clientela sul Lago Maggiore. Un onore, per Cinzia, avere come invitate stelle del wedding con cui dare vita a nuove sinergie.

“Sarà un anno, il 2018, pieno di novità, idee, tanto duro lavoro ed impegno, ma i risultati ripagheranno ogni sforzo e conferiranno il giusto valore ai nostri progetti.” Pensò Cinzia ammirando da un angolo della sala il primo piccolo assaggio di ciò che sarà.

 

Il colore della primavera è nei fiori; il colore dell’inverno è nella fantasia.
Terri guillemets

Todevento.com
About the author

Leave a Reply