it

La battaglia di Milano | 7 e 8 Ottobre 2017

Sapere di poter superare qualsiasi ostacolo si ponga davanti a noi ci da forza e passione, ma soprattutto ci fa amare la vita nonostante tutto. 

Esistono discipline che amplificano questa sensazione di “passione” e “potere” grazie al naturale percorso di fortificazione fisica e mentale a cui conducono. Il Crossfit è una di queste.

Tecnicamente, la sua denominazione è stata coniata nel 2000, ma le sue radici sono state piantate anni prima, quando il suo fondatore, Greg Glassman, era ancora un ginnasta adolescente. Come molti altri ginnasti di quell’età, Glassman voleva essere più forte dei suoi coetanei. Scoprì così come, attraverso l’utilizzo di manubri e bilancieri, poteva rafforzare la propria muscolatura molto di più degli altri atleti che lavoravano esclusivamente a copro libero. Scoprì anche, però, come nonostante fosse imbattibile in alcune discipline riusciva comunque ad essere “battuto” in altre. Stabilì quindi nuovi obiettivi che gli permettessero di ottenere il maggior numero di abilità attraverso un allenamento completo composto da una particolare serie di movimenti che conferissero una preparazione fisica globale.

La misurazione con se stessi è una costante nel crossfit, ma è proprio questo “fare i conti con il proprio io” che permette di instaurare grandi complicità e sinergie tra atleti che si supportano a vicenda dando vita ad allenamenti e gare all’insegna della sana competizione.

La Battaglia di Milano è l’esempio di cui parliamo oggi. La seconda edizione di questo evento sportivo avrà luogo i prossimi 7 e 8 Ottobre a Milano, presso il Palazzetto dello Sport Vismara di Via dei Missaglia 117. L’incredibile viralità del Crossfit ha fatto si che il primo evento, tenutosi l’anno scorso, raccogliesse un tale numero di interessati che, quest’anno, sono stati più di 1.000 i crossfitter da tutta Europa che hanno provato a qualificarsi per la gara. La selezione degli atleti avviene attraverso un meticoloso screening di video nei quali gli atleti eseguono la sequenza prevista dagli organizzatori e, sui mille candidati, sono stati più di 280 i qualificati.

“La fase di revisione delle performance è lunga e ha richiesto l’attenzione di 10 persone del nostro team.” ci racconta Palmer, uno dei tre organizzatori della Battaglia di Milano. “La nostra è una vera e propria Community di cui andiamo molto fieri.”

Palmer ha ideato il concept dell’evento insieme a Giagi e Pat (così si fanno chiamare) e grazie alla loro energia, simpatia, ma soprattutto al loro ruolo di stimati Coach di Crossfit Darsena Milano, sono stati in grado di coinvolgere un enorme numero di appassionati che, oggi, sono crossfitter a tutti gli effetti.

La capacità di pianificazione delle attività richieste per dare vita ad una competizione lunga 2 giorni non sono certamente di poco conto, ma qui l’organizzazione non è nelle mani di un solo professionista. Sono molti i talenti che si sono offerti per fare la propria parte e sono gli stessi soci del box di Crossfit Darsena! Eccellenti professionisti hanno offerto il loro aiuto perché nel crossfit funziona così. Ci si supporta a vicenda, ci si da la mano e, dove si può, si contribuisce ad eccellere!

Videomaker come Kino Pelliconi, logistica e servizi offerti da The Sun Wod di Alessandro Rizzi, ma anche grafici, social media managers e altri volontari fanno parte della grande Crossfit Community che fa invidia a molte altre discipline in cui, a volte, la competizione distrugge i rapporti al posto che unirli.

Gli atleti sono il fulcro dell’evento stesso ed è attraverso la loro presenza che arriva il pubblico; è il passaparola e la condivisione di una passione come il Crossfit a riempire gli spalti. Un naturale effetto domino che, una volta entrato in una realtà di amici, prima o poi finisce per coinvolgerli tutti, uno ad uno!

Il Crossfit è per tutti, le 7 categorie di gara permettono a tutti gli atleti di partecipare e misurarsi con crossfitter che rientrano nella stessa fascia di età e, credeteci, la straordinaria potenza è visibile anche nelle performance degli over 45!

Al contrario di quanto si possa pensare, LE DONNE SONO MOLTE, moltissime! Una nuova formula che permette loro di dimostrare che non ci sono freni che inibiscono la forza del proprio corpo e della propria mente. I video che vi proponiamo alla fine dell’articolo, della Battaglia di Milano dell’anno scorso, non hanno bisogno di molte parole! 

I 32 giudici di gara saranno quindi pronti per valutare le performance degli atleti della Battaglia di Milano in un ambiente pieno di energia vitale e potente a cui chiunque è invitato a prendere parte in qualità di spettatore e… chissà forse un giorno anche da crossfitter!

Vi presentiamo:

Senza titolo

Pat, Giagi & Palmer

Coach & Organizers
La Battaglia di Milano

Quando sai quello che vuoi, e lo vuoi con abbastanza forza, troverai un modo per averlo.
Jim Rohn

Todevento.com
About the author

Leave a Reply