enit

Dal ricordo di The Italian Wedding Oscars Gran Galà

Il ritratto di una meravigliosa figura, eterea ed affascinante, rimane sempre un po’ incompleto senza una cornice che gli renda il giusto omaggio.

È così che vogliamo definire Palazzo Parigi, in relazione al suo importante ruolo di anfitrione di un evento imperiale, The Italian Wedding Oscars, che si è tenuto Venerdì 1 Dicembre a Milano.

L’attesa si avvertiva da settimane, i finalisti e i partecipanti attendevano di varcare le porte di questa meravigliosa location per assaporare l’atmosfera che si sarebbe potuta respirare, ma che fino a quel momento era solo parte dell’immaginazione comune.

Poi è accaduto, il grande giorno è arrivato anche e soprattutto per Daniela Corti, colei che questa occasione l’ha desiderata, creata e fatta accadere! Ed è stata, a detta dei partecipanti, meravigliosa! Si parla infatti già, a grande richiesta, dell’edizione 2018 in Puglia.

Oggi rimane ancora il ricordo nitido e aggraziato delle decorazioni natalizie che si potevano intravedere ancor prima di arrivare davanti al palazzo, con le sue imponenti colonne all’ingresso, abbracciate da veli bianchi, fino a giungere nell’atrio ricco di alberi di natale, luci, fiori e candidi accenni alla stagione invernale ormai alle porte.

UN’ACCOGLIENZA COSI

Le artiste di Nu Art Eventi hanno deliziato gli ospiti al loro ingresso con abiti mozzafiato e scenografie da pelle d’oca. Un’eleganza che va oltre il semplice portamento e ti conduce in un mondo incantato ed artistico grazie alle performance e alle interpretazioni delle ballerine e cantanti.

Salita la regale scalinata ecco la Ballroom della lussuosa dimora allestita con gusto e raffinatezza, “casa di un momento indimenticabile” che ha raccolto per una notte l’eccellenza del mondo del wedding in Italia, accompagnata dalla presenza di esponenti di livello elevatissimo su scala internazionale che avremo il piacere di citare uno ad uno per condividere le loro emozioni e i loro ricordi!

Daniela, lì dalla mattina per curare ogni singolo dettaglio sapeva delle grandi aspettative dei suoi ospiti e non ha voluto lasciare nulla al caso.

Daniela Corti con gli ospiti d’onore Renée Strauss ed Enzo Miccio

Daniela, cosa comporta l’organizzazione di un evento come The Italian Wedding Oscars?

Organizzare un evento come questo implica la gestione di diversi aspetti, da quelli puramente logistici agli accordi con i fornitori, dai rapporti con gli ospiti a quelli con gli sponsor. Sono tutti elementi estremamente importanti, delicati e diversi tra loro. E’ richiesta molta cura ed attenzione perché si giunga, alla fine, ad ottenere il grande successo, la soddisfazione e l’approvazione che ripagheranno degli sforzi fatti.
E’ stata una sfida con me stessa che non era scontato vincere! 

Come sei giunta alla scelta di Palazzo Parigi?

Palazzo Parigi è una location da sogno, da favola! E in occasione del Natale la sua atmosfera è ancora più eterea e sognante.
Non avrei potuto fare scelta migliore per la celebrazione delle stelle del “wedding” che ogni giorno contribuiscono a coronare i sogni delle coppie che ogni giorno si affidano a loro per vedere realizzato il grande giorno.

Quali sono state le tue emozioni e sensazioni durante l’evento?

La sensazione di ansia è stata fortissima, ma vedersi tramutare di minuto in minuto gli sforzi in realtà mi ha permesso di giungere alla fine e tirare un grande sospiro di sollievo. Ho trovato nei sorrisi dei miei ospiti la risposta che cercavo!

Cosa ti rimane di questa meravigliosa edizione 2017?

Mi rimane la forte convinzione che se metti tutto te stesso per cercare di realizzare il tuo obiettivo, nulla e nessuno ti potranno distogliere dal compiere la tua missione.
Il sogno si realizzerà e la realtà, alla fine, sarà ancora meglio del sogno stesso.

LA SFILATA DI FRANCESCA PICCINI

L’INTRATTENIMENTO DI NU’ ART

UN ASSAGGIO D’ATMOSFERA

DSCF2396 2

I VINCITORI

I PREMI SPECIALI

I PREMI DI MARINA CORAZZIARI

DSCF1835

INTERVISTE SPECIALI

DAI PENSIERI DEGLI OSPITI

Fai bei sogni. Anzi, fateli insieme. Insieme valgono di più.
Massimo Gramellini

Todevento.com
About the author

Leave a Reply